Notte Rosa 2018

Notte Rosa 2018

Torna domani, venerdì 20 luglio, la sesta edizione della ‘Notte Rosa’.

Programma

Locandina

Articolo tratto da infomedianews.it

L’evento dell’anno dedicato interamente alla donna e alla cultura della prevenzione, contro il cancro al seno. Quest’anno la manifestazione in rosa sarà arricchita da attività e incontri per riflettere e informare sulle tematiche della violenza assistita intrafamiliare e della corretta alimentazione come base per un sano stile di vita. A partire dalle ore 9 del mattino le donne, dai 35 ai 50 anni d’età, potranno recarsi al Centro diurno Alzheimer per sostenere le visite mediche gratuite di prevenzione del carcinoma mammario, a cura della Onlus ‘IncontraDonna’.

Dalla parte delle donne, al fianco delle donne, con il cuore acceso per le donne. Da qualsiasi angolo o prospettiva, Trasacco volgerà e regalerà lo sguardo, ancora una volta e per il sesto anno consecutivo, alla salute in rosa. La città marsicana è pronta, infatti, a riabbracciare la ‘Notte rosa’, che tornerà venerdì 20 luglio. Una manifestazione che, con il tempo, è divenuta tradizione radicata sull’intero territorio trasaccano, molto partecipata tra tutte le fasce d’età femminili del posto e non solo ed, infine,un appuntamento immancabile per un evento che si colloca a metà strada tra il sociale e l’intrattenimento estivo, con il giusto spazio al divertimento. In primo piano ci sarà la prevenzione contro il tumore al seno, come spiega alla nostra Redazione la presidente delle Pari Opportunità, Assunta Gaetani. «Come tutti gli anni si rinnova l’incontro, proprio nell’ottica della prevenzione del carcinoma mammario, ‘Occupiamoci di Seno’, in capo all’Associazione ‘IncontraDonna’ Onlus, coordinata dalla professoressa Adriana Bonifacino, dell’Ospedale Sant’Andrea di Roma».

 

Sarà proprio la cultura della prevenzione a fare da apripista all’intera giornata, in cui lungo tutte le strade centrali della città marsicana sono state organizzate e sistemate le varie attività in programma, per evitare di lasciare anche solo una zona vuota nel cuore di Trasacco, che batterà, all’unisono, per la salute femminile. Si comincerà, di fatti, a partire dalle ore 9 del mattino, fino alle 13, per proseguire poi nella fascia oraria pomeridiana, dalle 13 e 30 alle 17, all’interno del Centro diurno Alzheimer, con le visite di prevenzione gratuita. Le donne di età compresa tra i 35 e i 50 anni dovranno recarsi presso il Centro per poter usufruire della visita e dei test previsti. Le visite mediche saranno effettuate in base all’ordine di arrivo, senza dover prenotare nei giorni precedenti. «Quest’anno – spiega ancora Assunta Gaetani – abbiamo pensato di abbassare la fascia d’età per accedere alle visite gratuite, in quanto ci siamo basati sui dati in cui si registra la maggiore insorgenza di tumori al seno». Prevenire: farlo bene e farlo presto. Sarà uno dei messaggi alla base dell’intera giornata, non mancheranno, del resto, i momenti dedicati all’informazione, curati sempre dalla dottoressa Bonifacino. La prevenzione inizia dallo stile di vita, ecco perché è importante conoscere quali sono le migliori abitudini da adottare e quali, invece, quelle da evitare.

Uno stile di vita che, tra l’altro, passa attraverso il mangiar sano. Ecco perché a partire dalle ore 17 e 30, ai Giardinetti dei Frati, si terrà l’evento ‘Piccoli Chef – a scuola di salute’, «un momento e un’opportunità per i piccoli e per le loro madri di mettersi alla prova con l’arte culinaria, fatta di cibi sani, nutrienti e nutritivi». Sarà un vero e proprio focus teorico prima, pratico poi, sulla corretta alimentazione. Dopo l’incontro sull’alimentazione, curato dalla Onlus IncontraDonna, i bimbi, inoltre, muniti di mattarello, prenderanno parte al laboratorio pratico – a cura di Paola Quaglieri, del ristorante ‘Il Granaio’- per imparare ad impastare la pasta fresca e per apprendere a tirare la sfoglia; insomma quando il mangiar sano e buono, si intreccia con l’autentica e originale tradizione italiana, una tradizione, ovviamente, ‘fatta a mano’. Come nelle scorse edizioni, inoltre, si rinnoverà l’ormai affermata consuetudine del ‘Volo della Mongolfiera’, in cui i pensieri e i desideri dei bambini, scritti con l’inchiostro su biglietti di carta, saranno collocati all’interno di una mongolfiera, per poi volare ed affidare al cielo i loro giovani sogni.

 

Alle 20 e 30 spazio alla riflessione. Nell’area antistante al Monumento ai Caduti, in Piazza Matteotti, si terrà il Convegno: ‘La violenza assistita intrafamiliare’. «Abbiamo voluto fortemente parlare di violenza, perché i fatti che ogni giorno si sentono sono tanti, troppi, quindi denunciare e condannare determinati comportamenti è un dovere morale di tutti. Quest’anno, inoltre, si è scelto di declinare lo spazio sul tema, forse sottovalutato, della violenza assistita intrafamiliare. Un tipo di violenza indiretta, quella che i figli subiscono in un nucleo familiare, da parte di comportamenti sbagliati esercitati dai genitori, come ad esempio: un padre che ha verso la madre gesti aggressivi, provoca, inevitabilmente, effetti negativi sul figlio che assiste impotente a quelle scene», aggiunge la presidente. In merito, proprio, a questa tematica, ci sarà l’apertura della mostra dell’artista e blogger de ‘L’Espresso’, Stefania Spanò: una serie di tavole illustrate intorno al tema centrale della violenza assistita intrafamiliare. Nell’occasione la Compagnia teatrale ‘Le Beatrici’ metterà in scena dei monologhi tratti dal libro di Serena Dandini ‘Ferite a morte’.

 

Non mancherà all’appello, però, il divertimento, portato, a partire dalle ore 21 e 30, dallo spettacolo ‘Bailando’, un mix di danze caraibiche a cura della scuola di ballo dall’omonimo nome, di Federico Raschiatore e Daniela Di Matteo. Per gli amanti e i nostalgici della canzone italiana, invece, la cornice di Piazza Matteotti ospiterà lo spettacolo musicale ‘Ci ritorna in Mente…Lucio Battisti’, a cura dell’Associazione Acquaforte. Eventi che saranno l’antipasto di numerosi spettacoli di artisti di strada, che vivacizzeranno ogni angolo trasaccano con la loro arte itinerante, tra gli odori e i sapori dello Street Food ai bordi delle strade. «Non sarebbe stato possibile organizzare tutto ciò senza la disponibilità collaborativa del primo cittadino Mario Quaglieri, sempre sensibile verso iniziative di tal genere, dell’intera giunta, consiglieri di maggioranza e minoranza, e della delegata del sindaco, in prima linea nella scelta e nella pianificazione degli eventi».

 

Tutte sono invitate ad indossare qualche capo di colore rosa, sul motto ‘Pink your Life’, per dipingere di rosa una giornata dedicata alla prevenzione e alla lotta contro il mostro della violenza. Il tutto con tre mission all’orizzonte: diffondere la cultura della prevenzione, perché la salute è preziosa e, in quanto tale, va salvaguardata, combattere la violenza e difendere, sempre e comunque, i diritti, delle donne e dei bambini, infine, promuovere l’abilità e il talento femminile, non a caso le artiste invitate sono donne. Donne al centro di un giorno, al centro di un tempo, al centro di una cultura da insegnare, al centro di un’intera comunità riunita, al centro di un pensiero, immenso, e meravigliosamente rosa.

fonte: infomedianews.it 

Related posts